Il Dipartimento dell’Agricoltura dell’Illinois prende precauzioni contro l’influenza aviaria

Il Dipartimento dell’Agricoltura dell’Illinois ha annunciato di aver depositato regole di emergenza che vietano la vendita o l’esposizione di pollame e prodotti a base di pollame a raduni di scambio, mostre, mercatini delle pulci e mercati d’asta in Illinois per prevenire la diffusione dell’influenza aviaria mentre gli Stati Uniti continuano a sperimentare l’epidemia più mortale di influenza aviaria in sette anni.

Quasi 23 milioni di uccelli sono morti a causa di questo focolaio attuale in 24 stati, compreso l’Illinois. Le regole di emergenza di IDOA entrano in vigore immediatamente e possono essere efficaci per un massimo di 150 giorni. Tuttavia, dopo 45 giorni, il Dipartimento effettuerà una rivalutazione in base allo stato dell’influenza aviaria in quel momento e potrà a quel punto abrogare le regole di emergenza.


Se la situazione richiede un’ulteriore cancellazione, il Dipartimento continuerà a valutare con incrementi di 45 giorni per un massimo di 150 giorni.

“La protezione della salute degli animali nello stato dell’Illinois rimane la nostra priorità numero uno”, ha affermato in una dichiarazione il dottor Mark Ernst, veterinario statale IDOA. “Siamo ottimisti sul fatto che al termine della stagione degli uccelli migratori, assisteremo a una diminuzione dell’esposizione per i nostri greggi qui in Illinois e nei nostri stati vicini e potremo riprendere le nostre mostre e vendite di pollame. Fino a quel momento, è essenziale che adottiamo ogni passo possibile per proteggere gli allevamenti di pollame in Illinois”.

Secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie, i recenti rilevamenti dell’influenza aviaria non rappresentano un problema immediato per la salute pubblica e negli Stati Uniti non sono stati rilevati casi umani di questi virus dell’influenza aviaria.

La corretta manipolazione e cottura di tutto il pollame e le uova a una temperatura interna di 165 gradi Fahrenheit è raccomandata come precauzione generale per la sicurezza alimentare, ha scritto IDOA.

I proprietari di greggi, i gestori o i veterinari dovrebbero segnalare immediatamente eventuali risultati insoliti nel pollame domestico come un aumento della mortalità, diminuzione del consumo di acqua, diminuzione della produzione di uova o segni respiratori inclusi tosse e starnuti all’IDOA al 217-782-4944 o all’USDA all’indirizzo 866-536-7593.

“La decisione dell’IDOA di annullare gli eventi legati al pollame è appropriata. La malattia dell’influenza aviaria ad alto patogenicità, o HPAI, è molto grave che colpisce tutti i tipi di pollame come galline ovaiole, polli da carne e tacchini, nonché uccelli acquatici e selvaggina”, ha affermato in una nota il dottor Kenneth W. Koelkebeck, professore di scienze animali e specialista in estensione presso l’Università dell’Illinois Urbana-Champaign.

“HPAI, è stato rilevato in operazioni commerciali di pollame di piccole dimensioni e di uccelli selvatici in circa la metà degli stati degli Stati Uniti. Per questo motivo, è imperativo che i produttori di pollame intensifichino le misure di biosicurezza per ridurre la possibilità che i loro uccelli si contraggano HPAI nelle loro fattorie”, ha continuato Koelkebeck.

Per ulteriori informazioni sull’influenza aviaria, inclusi collegamenti ai siti Web dell’USDA e suggerimenti sulla biosicurezza, visitare il sito Web di IDOA all’indirizzo Avvisi e informazioni importanti sulla salute degli animali – Salute e benessere degli animali.

  • Add Your Comment