La FAO lancia una nuova fase dell’iniziativa di politica agricola con una sovvenzione di 11 milioni di dollari dalla Bill e dalla Melinda Gates Foundation

L’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO) ha avviato una nuova fase della sua iniziativa chiave di monitoraggio e analisi della politica agricola, incentrata sul sostegno alle riforme in otto paesi dell’Africa subsahariana, che devono affrontare una serie di sfide globali.

Coprendo Burkina Faso, Etiopia, Ghana, Kenya, Mozambico, Nigeria, Ruanda e Uganda, la fase 3 del programma di monitoraggio e analisi delle politiche alimentari e agricole (MAFAP) continuerà a lavorare per sostenere i paesi nel rendere più informate e basate su prove politiche e decisioni di investimento.

Tra i suoi obiettivi chiave vi sono l’identificazione di aree prioritarie per aumentare gli investimenti, realizzare mercati e scambi più trasparenti, una trasformazione rurale inclusiva e sistemi agroalimentari più nutrienti.

Il programma è diventato ancora più cruciale poiché i governi sono alle prese con budget più ristretti sulla scia del COVID-19 e dell’impatto della guerra in Ucraina e cercano modi basati sui dati per guidare le loro riforme verso una trasformazione agricola inclusiva e la ripresa economica.

“I mercati agricoli globali stanno subendo sempre più perturbazioni, portando a picchi di prezzo di cibo, energia e aumento dei prezzi dei fertilizzanti, che non solo danneggiano gli agricoltori e i produttori, ma anche i consumatori e le famiglie, a causa della mancanza di capacità di accesso al cibo”, ha affermato l’economista capo della FAO Máximo Torero Cullen ha detto in un commento al lancio. Per evitare una crisi alimentare, ha affermato: “Dobbiamo monitorare ciò che sta accadendo e reagire con politiche tempestive. Abbiamo bisogno di un’azione a doppia dimensione: a breve termine per rispondere a questi shock e a medio-lungo termine per raggiungere gli Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite per il 2030. Il MAFAP è uno strumento altamente efficace per aiutare i paesi a farlo”.

Il programma MAFAP è attivo da oltre un decennio, contribuendo a realizzare oltre 20 importanti riforme politiche in tutta l’Africa subsahariana. L’ultima fase quinquennale è stata lanciata con il sostegno di una sovvenzione di 11 milioni di dollari dalla Bill and Melinda Gates Foundation, che è stata un donatore di lunga data del MAFAP insieme ai precedenti donatori dell’Agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale e dei governi della Germania e Paesi Bassi.

Crescente attenzione al monitoraggio e al riutilizzo

Il capo economista della FAO ha osservato che il lancio avviene in un contesto di crescente attenzione al monitoraggio e alla riproposizione delle politiche, vale a dire il reindirizzamento del sostegno ai produttori agricoli che in molti casi ostacola la trasformazione verso sistemi agroalimentari più sani, più sostenibili ed equi. Ciò fa seguito al vertice delle Nazioni Unite sui sistemi alimentari dell’anno scorso e a un rapporto fondamentale di FAO, UNEP e UNDP sul riutilizzo del sostegno agricolo per la trasformazione dei sistemi alimentari.

Per supportare la nuova fase, la FAO ha sviluppato nuovi strumenti politici e modelli economici avanzati per aiutare i governi:

  • determinare se i budget per l’alimentazione e l’agricoltura sono spesi in modo ottimale per garantire la sicurezza alimentare e la nutrizione, stimolare la crescita economica e accelerare la trasformazione agricola inclusiva.
  • comprendere meglio come le politiche nazionali influiscono sui prezzi delle materie prime o dei prodotti lungo la catena del valore.
  • dare priorità alle politiche e agli investimenti che hanno i maggiori effetti positivi sulla riduzione della povertà, sull’occupazione, sulla crescita agricola e sull’accessibilità di diete sane.
  • identificare e valutare le opzioni politiche per la riforma e attuare con successo i cambiamenti politici.

“Questa nuova fase del programma si basa su strumenti di modellazione politica all’avanguardia che la FAO ha sviluppato e sono ben documentati in riviste internazionali di grande prestigio per garantire controllo di qualità, trasparenza e replicabilità”, ha affermato Marco, vicedirettore FAO di Economia agroalimentare. V. Sanchez.

Il MAFAP si impegna e collabora con i governi e le parti interessate, come gli agricoltori e i rappresentanti dell’agrobusiness, le organizzazioni di ricerca, la società civile e i partner di sviluppo, durante tutto il ciclo politico, dall’impostazione dell’agenda, all’analisi delle opzioni politiche, all’adozione delle politiche.

Una volta che la politica è stata adottata, MAFAP fornisce supporto tecnico per l’attuazione, aiutando a stabilire la priorità dell’allocazione delle risorse, valutare gli effetti della nuova politica e fornire consulenza sulla governance.

Data l’importanza di questo lavoro, la FAO continuerà anche a destinare le proprie risorse al mainstreaming all’interno dell’organizzazione al fine di sostenere più paesi.

Distribuito dal gruppo APO per conto dell’Organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO).

Questo comunicato stampa è stato emesso da APO. Il contenuto non è monitorato dal team editoriale di African Business e non il contenuto è stato controllato o convalidato dai nostri team editoriali, correttori di bozze o verificatori di fatti. L’emittente è l’unico responsabile del contenuto del presente avviso.

  • Add Your Comment